Isola
- Admin
Poesie famose - biblioteca della poesia
Sei qui: 
  > 
  >  Testo poesia

Il gelsomino notturno

Autore:Giovanni Pascoli (Scheda autore)

Data di inserimento: 03/02/2013


Testo opera:

E s’aprono i fiori notturni,
nell’ora che penso a’ miei cari.
Sono apparsi in mezzo ai viburni
Le farfalle crepuscolari.

 Da un pezzo si tacquero i gridi:
là sola una casa bisbiglia.
Sotto l’ali dormono i nidi,
come gli occhi sotto le ciglia.

 Dai calici aperti si esala
L’odore di fragole rosse.
Splende un lume là nella sala.
Nasce l’erba sopra le fosse.

 Un’ape tardiva sussurra
Trovando già prese le celle.
La Chioccetta per l’aia azzurra
Va col suo pigolìo di stelle.

 Per tutta la notte s’esala
L’odore che passa col vento.
Passa il lume su per la scala;
brilla al primo piano: s’è spento…

 E’ l’alba: si chiudono i petali
Un poco gualciti; si cova,
dentro l’urna molle e segreta,
non so che felicità nuova.

Video di approfondimento:

no video

Torna più avanti qui:potresti trovare un video su questa poesia.

Commento alla poesia

Importante: Non copiare questo testo senza citare la fonte! Se vuoi riportarlo altrove, specifica che è stato preso da qui. Non copiare tutta la pagina: cita una parte del testo e inserisci un link di rimando a questa pagina. Violare queste regole potrà portare a conseguenze legali. Info sul copyright

Il poeta Giovanni Pascoli, nella poesia "Il Gelsomino notturno" si immerge in un'atmosfera particolare in questa poesia. Le piccole e semplici cose della natura lo colpiscono. In particolare, la vita notturna, che è fatta di farfalle, fiori e tante altre cose che lo invitano alla riflessione, nei suoi versi. E poi inizia a pensare alle persone che non ci sono più, alle persone care. Nell'atmosfera nottura, Giovanni Pascoli trova il buio che avvolge ogni cosa. Altro tema presente in questa poesia di Pascoli, è quello a lui caro della casa, del 'nido' che protegge dalle asprezze della vita (qui raffigurato tramite la natura, con le celle delle api). Descrive il gelsomino notturno che si apre, non a caso di notte, quando cioè la vita di tutti i giorni si spegne e nel silenzio della notte inizia una nuova vita con un nuovo essere, che con la propria nascita dona felicità.

Articolo pubblicato e online dal 03/02/2013 - Vietata la copia non autorizzata. Info sul copyright

(c)

Hai notato qualche errore in questa pagina? Avvisaci tramite il form di segnalazione.